Produzione cortometraggio

“Cena di notte” è il cortometraggio di fiction realizzato dagli studenti della seconda edizione di Castello Errante che ha avuto luogo dall'1 al 31 luglio 2018 nell'Abbazia dei Santi Quirico e Giulitta a Micigliano (RI).


Il tema della Residenza 2018: Ludwig Feuerbach sosteneva che il cibo influenzava il nostro corpo, ma anche i suoi processi energetici, psicologici e spirituali. Quale è il cibo che mangiamo oggi? Di cosa ci nutriamo e come sarà il nostro prossimo futuro?”.

Scritto da Joel Sánchez Sandino, il cortometraggio presenta il cibo come un veicolo di valorizzazione delle relazioni sociali, nel caso specifico di una coppia il cui rapporto amoroso si trasforma nel corso del film. La degradazione del cibo altro non è che l'analogia della degradazione (o trasformazione) del piacere e del bisogno emotivo. Tale trasformazione ci porta da un punto A a un punto Z. Il desiderio, la passione e la necessità di possesso propri della prima fase dell'amore, si trasformano, infatti, in un desiderio di controllo, imposizione e distruzione, nella fase di decadenza. I desideri primitivi (di possedere, di essere una cosa sola con l'altro, di sentirsi soddisfatti, di mangiare) non scompaiono, ma cambiano la propria natura e la forma nella quale si manifestano.
Il cibo orchestra il declino di questa concezione dell'amore. Tale visione oscura della relazione amorosa genera un'opposizione tra l'idealizzazione e il distanziamento, la delicatezza e la brutalità (due facce del desiderio e della passione).
L'arte del mangiare bene e la trascuratezza del cibo ci raccontano un declino, un viaggio verso l'inevitabile abbandono e degrado delle relazioni umane.


Trama

Una coppia di innamorati si incontra a cena ogni sera.

L'isolamento e il disgusto diventano gli ingredienti principali di ogni menù. I piatti cucinati, il lento segnale di una decadenza inevitabile. A cambiare il loro desiderio basta il tempo che serve a preparare una cena. Per poi giungere a un estenuante e ‘frenetico’ dessert.

Scheda Tecnica

GENERE: Drama //
ANNO:
2018.
REGISTA: César González Álvarez.
SCENEGGIATORE: Joel Sánchez Sandino.
PRODUZIONE: Adele Dell'Erario.
CASA DI PRODUZIONE: Occhi di Giove Srl.
MACCHINE DA PRESA: Cameraworks
DURATA: 17' //
LINGUA:
Spagnolo.
FORMAT: Digital.
PAESE:
Italia.
LUOGHI DI RIPRESA:

Antrodoco, Cittaducale/Italia.
SOUNDMIX: Stéreo // COLOR o B&N: Color.
ASPECT: 2:35.1. //
STATUS:
Distribuzione. 
IMDB.

 
 

Cast

ATTORE: Juan Gerardo Muñoz.
ATTRICE: Catalina Solís Mata.
DIRETTORE DELLA FOTOGRAFIA: Jonathan Serrano.
OPERATORE CAMERA: Jonathan Serrano.
ASSISTENTE OPERATORE: Martín Almada Tomeo.
PRODUZIONE: Adele Dell'Erario.
ASSISTENTE DI PRODUZIONE: Biancamaría Stanco.
ASSISTENTE REGIA: Ana Regina García.
SOUND DESIGN – PRESA DIRETTA: Tomás Hernán Ramos
ASSISTENTE DI SUONO: Sebastián Gutierrez Umaña.
SCENOGRAFIA - COSTUMI: Samantha de León Quiná.
ASSISTENTE DI SCENOGRAFIA: Joel Sánchez Sandino.

TRUCCO: Giulia Codispoti.
MONTAGGIO: Elisa Sorge.
MUSICHE: Tecla Zorzi, Marco Fabrizi.
FOTOGRAFI DI SCENA: Serena Capparelli.
POSTPRODUZIONE VIDEO: Puntociego Cinema. Malagüero films
POSTPRODUZIONE SUONO: Tomás Hernán Ramos.
TITOLI DI CODA: Malagüero Films.