Il progetto


Castello Errante è la prima Residenza Internazionale del Cinema, un’iniziativa ideata da Adele Dell'Erario, organizzata dalla Occhi di Giove srl e realizzata in collaborazione con l'Istituto Italo Latino Americano-IILA, le Ambasciate di Argentina, Cile, Costa Rica, Cuba, Guatemala, Messico, Nicaragua, Perù, Repubblica Domenicana e Uruguay, nonché la Roma Lazio Film Commission, il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e l'Università degli studi la “Sapienza” di Roma. Il progetto è inoltre sostenuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali (MIBAC) e dalla Regione Lazio.


Il nome


Il progetto trae il nome dal romanzo fantasy ‘Il castello errante di Howl’, scritto dalla britannica Diana Wynne Jones, che con questo racconto fiabesco ha dato vita alla saga de ‘Il castello nel cielo’. A rendere però il libro celeberrimo a livello internazionale è stato l'adattamento filmico del nipponico Hayao Miyazaki. Fin dal nome, quindi, il progetto vuole evocare un flusso di idee immaginifico e volatile che possa coinvolgere i diversi angoli del pianeta nelle forme più magiche, inattese e impreviste. Un Castello quindi che viaggia attraverso gli artisti e le figure che lo animano e che provengono da più luoghi della terra, favorendo fusioni e sinergie tra diverse culture, nel nome degli sconvolgimenti spazio-temporali propri della Settima Arte.

Il format


Ogni anno, durante l’arco di un mese, un borgo diverso della Regione Lazio – che si distingue per le sue caratteristiche artistiche, artigianali e paesaggistiche – ospita all’interno del proprio comune 20 studenti under 35 del settore cinematografico, provenienti dalle più importanti Scuole di Cinematografia italiane e dell'America Latina. Gli studenti formano così una troupe che partecipa a percorsi di formazione, di produzione e promozione cinematografica, in un processo di conoscenza, scoperta e rivalutazione di un territorio. Un format innovativo mai realizzato prima che promuove le diversità culturali, i nuovi linguaggi espressivi e il patrimonio cinematografico e audiovisivo, all’insegna della ricerca e dello scambio internazionale, della formazione e della produzione nel campo dell’audiovisivo, innescando processi di sensibilizzazione e crescita.